Vanessa Mini, dal backstage al palco per cantare

Oggi incontriamo Vanessa Mini, artista con alle spalle tante collaborazioni importanti, che ha iniziato il suo percorso con la musica…

Benvenuta su La Gazzetta dello Spettacolo a Vanessa Mini. Raccontaci un po’ di te e da dove nasce la tua passione per il canto…

Sono nata a Monza. Ho studiato a Milano alla SSIT (Scuola Superiore Interpreti e Traduttori Silvio Pellico ) come interprete di chuchottage . Ho lavorato a Mediaset per diversi format televisivi. Ho partecipato ad alcuni programma televisivi come “La Sai L’ Ultima?” con Gerry Scotti e Natalia Estrada dove ero una delle Miss italiane (per la precisione Miss Lombardia) , “Il Guastafeste” con Teo Mammucari e “Specialmente Tu” con Diego Dalla Palma.
Sono interprete in 5 lingue e questo titolo di studio mi ha permesso, in passato, di collaborare con la dirigenza di Inter e Milan.
Successivamente nel 1999 sono stata scelta per fare da interprete a Laetizia Casta al Festival di Sanremo. E da lì è iniziato tutto. Mi trovavo nel backstage e, in un momento di pausa, mi misi a canticchiare. All’improvviso, sentii una mano che mi sfiorò la spalla, mi girai e questa persona mi disse: “You should sing!”, “tu dovresti cantare!”. Questa persona era Cher, ed è stata lei a mettermi la pulce nell’orecchio.

Vanessa Mini. Foto da Ufficio Stampa
Vanessa Mini. Foto da Ufficio Stampa

Come hai capito che il tuo genere era lo Swing?

All’epoca ho avuto l’onore di conoscere Gigio d’Ambrosio, che durante un evento in Sardegna, mi disse che avevo una gran bella voce. Mi suggerì come docente Loretta Martinez, che tra l’altro è stata anche docente del programma televisivo “Amici” e con lei abbiamo iniziato il percorso del genere swing.

Oltre Sanremo dove sei stata notata da Cher, che altre esperienze ci sono nel tuo percorso?

Ci sono esperienze nate dal profondo legame dell’amicizia. Come quello con Vittorio Fossati, proprietario del famoso “Hotel dei Campioni” a Canonica dove ogni anno sono ospiti molti piloti di Formula Uno. Grazie a lui e ad un grande campione del Mondo, ho avuto l’opportunità di esibirmi all’ “International Star Football Match Gala” a Montecarlo alla presenza del Principe Alberto di Monaco.
Purtroppo quest’anno, a causa del CoronaVirus, ho dovuto annullare tre importantissimi eventi, tra i quali i festeggiamenti del compleanno del Principe Alberto di Monaco!

A cosa stai lavorando attualmente?

Attualmente sto lavorando ad un progetto con un altro mio grandissimo amico, il compositore e arrangiatore Pier Didoni. Si tratta di un tango elettro-swing.

Tu e la musica?

Io e la musica abbiamo un rapporto molto tranquillo, ci piacciamo a vicenda. Non sono sicuramente una cantante che dice “senza musica non vivo”..No… Io non vivo se non respiro… Mi piacerebbe molto poter creare qualcosa di grande, grazie al contributo della musica..Questo sì… Diventare una sorta di “Cantante del Popolo”. Ed è anche per questo motivo che mi esibisco in molti eventi di Beneficenza.

Tra i tanti riconoscimenti, quale premio senti più tuo?

Il premio che sicuramente più mi rappresenta è il “Premio Eleganza” che ho vinto, quest’anno, a Sanremo Discovery 2020, un premio che ha un peso particolare perché è stato accompagnato dai complimenti di Roberto Rossi, il direttore di Sony Italia . L’anno scorso ho avuto altri due riconoscimenti: “ Best International Singer 2019” e “Best Cover Interpreter 2019”.

Hai mai pensato di partecipare a Sanremo?

Molto difficile per il mio genere ..io canto soprattutto in lingua inglese, francese e spagnola…
La lingua italiana non è adatta al genere swing.. ma se dovessi ricevere un invito, non direi di no!

Le tue esibizioni più frequenti?

Per motivi personali prediligo gli eventi di beneficenza e grazie alla Camera Nazionale della Moda Svizzera di Franco Taranto (CNMS, quella ufficiale) ho avuto la grande opportunità di esibirmi all’Ambasciata Svizzera a Roma in occasione della Festa del 1° Agosto, dove erano presenti tutte le più importanti cariche istituzionali. E’ stato un grandissimo successo, tanto da essere richiamata l’anno successivo a cantare i due inni nazionali: quello svizzero e quello italiano. Con la CNMS ho vissuto grandissime emozioni ed altrettanti successi.

Come ti prendi cura della tua voce?

Seguo una dieta molto particolare, nella quale prevalgono verdure e pesce. Non mangio carne. Ogni mattina mi dedico ad alcuni esercizi di rilassamento muscolare. Sto molto attenta a non assumere cibi che possono causare reflusso gastrico come caffè, cioccolata e pomodori. Non bevo. Non fumo. D’altronde, come dice Andrea Bocelli, il cantante è un calciatore perennemente in ritiro che non sgarra mai, nemmeno nelle feste comandate!

Hai un sogno?

Rendere il mondo un luogo migliore in cui vivere.

Prevedi la partecipazione a qualche talent?

Se ce ne fosse l’occasione, molto probabilmente non direi di no.. Ma non è la mia priorità.

Hai degli artisti di riferimento?

Sono una persona che osserva molto ma poi seguo sempre la mia indole..Non ho miti.. Ammiro il talento, indipendentemente dal genere musicale.. E resto sempre affascinata dalla tenacia con la quale alcuni artisti riescono a raggiungere obiettivi ambiti.

Oltre la musica cosa c’è nella tua vita?

L’Amore, i miei genitori, i miei amici (pelosetti e non) e la mia lotta contro ogni forma di violenza.
Manca solo Oliver, il mio Amore peloso che mi ha lasciato 8 mesi fa. Ma è sempre nel mio Cuore.

Prossime esibizioni?

Il 9 Agosto sarò “Special Guest Singer” all’evento “Champions Holiday” organizzato da Ugo Autuori a Paestum. A Settembre sono in programma altri due importanti eventi: il “Music Award” a Roma e il “Swiss Gala Dinner” a Lugano, evento di beneficenza per la raccolta fondi per i bambini dello Zambia. E altri ancora, sono in programma.

Lascia un commento