A tu per tu con Alessandra Giordo

Oggi incontriamo Alessandra Giordo, influencer che si divide tra social, moda e mare… scopriamo insieme qualcosa in più su di lei!

Alessandra Giordo. Foto fornita dall'intervistata
Alessandra Giordo. Foto fornita dall’intervistata

Benvenuta su La Gazzetta dello Spettacolo ad Alessandra Giordo. La sua vita legata al mare, ma con una forte passione per la moda. Dove nasce questo incontro?

La passione per il mare lo acquisita per tradizione da mio padre comandante e per quando riguarda la moda anche quella già da piccola grazie a mio zio avendo negozi di abbigliamento Made in Italy in Sardegna sono aggiornata sulle ultime tendenze.

Il concorso italiano per eccellenza, Miss Italia, ha inserito la categoria Curvy. C’è molta attenzione sull’argomento? Qual è il suo punto di vista?

Paragonando l’Italia con i trentatré paesi dove sono stata, qui come icona di bellezza abbiamo donne super magre, che comunque non rappresentano la maggior parte di noi donne. Moltissima differenza rispetto altri paesi, come gli Stati Uniti, isole caraibiche là dove la donna piace formosa ed a sua volta diventa anche più sicura in sé stessa.

Dunque perché non reintrodurre in Italia la donna mediterranea, un modello molto più salutare. E soprattutto sensibilizzando le persone ad una icona di bellezza realistica, di donna vera, avremmo una diminuzione dei casi di bullismo, anoressia e bulimia tra i giovani e comunque un aumento di fiducia in moltissime donne.

Lei parla cinque lingue fluentemente, ma parliamo di “Curvy” in italiano, come potremmo tradurlo?

“Curvy” o come gli statunitensi dicono “thick” in italiano sarebbe “formosa” senza però esagerare. Una donna che non è né magra ne robusta, ben proporzionata, con le forme al punto giusto, addome piatto che comunque pratica uno stile di vita sano e va regolarmente in palestra.

Secondo lei, che rapporto hanno sociale, spettacolo e corpo?

C’è una connessione tra tutti e tre quello è sicuro. Il sociale è fondamentale, perché comunque solo la bellezza e fama non bastano per piacere alla gente. Bisogna relazionarsi in maniera efficace con il pubblico, non criticare, non ferire l’orgoglio dei principianti. Perché quello serve solo ad appagare il nostro ego a darci una parvenza di superiorità.

Se dobbiamo metterci a confronto con qualcuno lo facciamo con qualcuno che è allo stesso nostro livello o qualcuno più esperto, ma per imparare non per provocare. Il corpo o bellezza sono importanti ma non fondamentali, è come una copertina di un libro, si può attirare, ma se la lettura è noiosa non continuiamo a leggerlo. Lo spettacolo è interessante, però per quanto riguarda la mia vita preferisco tenere i piedi ben saldati per terra. Per ora continuo a lavorare come ufficiale di navigazione e vedo lo spettacolo come qualcosa di secondario al mio principale lavoro, poi più avanti si vedrà.

Nel suo curriculum anche esperienze come testimonial, Cosa deve dare un testimonial al brand per identificarsi?

Sì, ho collaborato con brand internazionali. Fashion Nova, una delle aziende più famose negli USA per quanto riguarda l’abbigliamento e accessori, Hera x Hero di Jeremy Buendia, vincitore del Mr.Olympia categoria Man’s Physique. Diverse compagnie di integratori del regno unito come Skinny Coffee Club, Cocoa Locks, My Protein. In Italia ho collaborato con Glass Onion, Bee Bad, Ebony By Bernice e tante altre. Promuovere il brand nel modo più naturale possibile è la chiave fondamentale, un breve video review con una semplice conversione è molto più autentico e aumenta la credibilità dei consumatori rispetto a un video recitato o un copia e incolla nelle informazioni della foto che risulta noioso.

Potrebbe interessarti

Giovani e Influencer su Rai 2

Giovani e Influencer arriva su Rai 2

Parte questa sera un nuovo ciclo di ritratti del mondo giovanile su Rai 2 con …

Instagram per San Valentino

San Valentino e Social, le 10 coppie più seguite

Sempre più interesse per le coppie VIP, e ancora di più se siamo vicini al …

Uomo Gatto di Sarabanda. Foto da frame TV

A tu per tu con l’Uomo Gatto: pronto a graffiare ancora

Ancora Sarabanda? Tanti nuovi progetti e forse il mondo dei reality per Gabriele Sbattella, meglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.