Giovanni Ciacci: Torna Vite di Copertina su Tv8 dopo lo stop

Giovanni Ciacci, insieme a Elenoire Casalegno, torna in video con il suo programma Vite da Copertina su TV8.

Giovanni Ciacci ed Elenoire Casalegno conducono Vite da Copertina su TV8
Giovanni Ciacci ed Elenoire Casalegno conducono Vite da Copertina su TV8

Tornato in onda da pochi giorni su Tv8 con Vite da Copertina, affiancato da Elenoire Casalegno, Giovanni Ciacci non ha perso niente del suo innato stile e della sua grinta, anche se appare profondamente turbato dai mutamenti negativi che la crisi epidemiologica da CoronaVirus sta apportando in particolare nel mondo dello spettacolo. Ma per l’apprezzatissimo e brillante curatore ed esperto di look, nonché opinionista televisivo, la missione ora è quella di intrattenere i telespettatori (e I suoi tanti followers) regalando loro, attraverso Vite di Copertina, un po’ di divertente e rasserenante gossip. Come ci ha raccontato durante questa interessante intervista…

E’ da poco ripartito il tuo programma Vite da copertina. Quali sono state le emozioni di questo rientro?

Sono molto contento perché sono tante le puntate della trasmissione che accompagneranno i telespettatori fino a fine giugno. Abbiamo osservato un periodo di pausa, di prevenzione rispettando lo stop per il Coronavirus. Noi avremmo potuto andare in onda comunque, ma la rete ha deciso per proteggere tutti noi e tutti i lavoratori, di fare una sosta e adesso abbiamo ricominciato con puntate nuove che vanno in onda attualmente. Tutte quelle che non sono andate in onda lo scorso marzo andranno in onda fino a fine giugno.

C’è stato un adeguamento della struttura del programma, come la distanza di sicurezza tra te e la tua partner televisiva Elenoire Casalegno. Come ti trovi in questa nuova dimensione, hai riscontrato qualche difficoltà?

Assolutamente no perché quando è scoppiato il virus noi lavoravamo e la nostra emittente, Tv8 è stata attentissima a far rispettare le distanze di sicurezza, le norme igieniche, a far indossare i guanti e le mascherine, a mettere a disposizione i dosatori con il disinfettante per le mani. Nel tempo di 3 giorni si sono subito messi in regola. Quindi eravamo già abituati da prima. Tra me ed Elenoire c’è una distanza di m. 1,80 e c’è la stessa distanza con i cameramen e con tutti quelli che lavorano con noi ma c’era già da prima, da quando il virus aveva iniziato la sua diffusione. Noi abbiamo registrato fino al giorno prima del mio compleanno, il 10 marzo. Poi c’è stato il lockdown, infatti il mio compleanno l’ho festeggiato in casa. Sono sicuro che me lo ricorderò per sempre questo compleanno!

Pensi di recuperare più in avanti o festeggerai direttamente il prossimo anno?

No, ormai è andata così, si festeggia il prossimo anno. Tra l’altro io ho molti dubbi sulla ripresa, la vedo come una cosa molto lunga, non dobbiamo sperare in nulla che sia immediato. Poi Dio ci ascolterà e troveranno questo vaccino, ben venga! Però come dicevo immagino che la ripresa sarà lunga, dura e faticosa. Tutte le professioni sono state colpite, qualsiasi tipo di lavoro. Prendi qualsiasi categoria e vedrai che è stata colpita, a parte i farmacisti e chi lavora nei generi alimentari. Che poi non è proprio vero perché anche chi lavora nei supermercati, i cassieri, sono stati in prima linea, sono stati bravissimi. E’ stato colpito tutto ma io trovo che l’ambiente dello spettacolo sia quello che è stato maggiormente danneggiato e le conseguenze si sentiranno a lungo, molto a lungo. Pensa al cinema, all’opera lirica, ai concerti, al teatro, a tutto…Poi non è soltanto il frontman che ci rimette ma tutti: il parrucchiere, il truccatore, gli organizzatori, gli allestitori, è una catena infinita. Mettici anche i bus, gli alberghi che ospitano le persone quando ci sono i grandi eventi…Pensa ad una città come Verona. Come faranno senza i concerti all’Arena? Giustamente ci sono delle priorità di salute e lo capisco ma il nostro campo è stato colpito in una maniera atroce.

Oltre al distanziamento sociale tra te ed Elenoire, quali altre novità avete apportato a questa nuova edizione di Vite da Copertina?

Ci sono tante classifiche, almeno due a settimana. Ci sono non solo storie come biografie o racconti, ma anche curiosità tipo gli sposalizi più strani del mondo da parte dei vip, amiche che sono diventate super-nemiche, tanti argomenti nuovi per far trascorrere in serenità un’ora, un’ora e mezza ai nostri spettatori. Per dare un po’ di leggerezza, di divertimento, per portare un sorriso in un momento così delicato.

Da esperto del gossip come ti sembra che questo mondo stia reagendo? Di sicuro c’è più calma rispetto al solito…

Certo, i paparazzi non lavorano, la gente non esce quindi l’unica fonte dove attingere sono i social però anche questo è un danno al settore enorme. I fotografi non lavorano più e ai giornali le foto non arrivano, è un cane che si morde la coda.

Anche in tempo di quarantena la tua ironia è sempre forte, ma ti senti di essere un po’ cambiato nel modo in cui ti rivolgi al pubblico in questo periodo così particolare?

Io penso che il rispetto per il pubblico da parte mia ci sia sempre stato. L’essere a volte un po’ sopra le righe fa parte del personaggio, lo richiede lo spettacolo o lo richiede quella particolare occasione. Ma io penso di essere sempre stato molto educato nei confronti dei telespettatori ed anche verso le persone che si raccontano da noi. Se ci pensi a Vite da Copertina trattiamo sempre le storie con grande tatto e delicatezza, raccontando la verità in maniera soft, carina…Il gossip fa parte dello spettacolo poi ci sono delle cose di cui io ed Elenoire per etica professionale preferiamo non parlare, sia noi due che la rete. Ad esempio se parli di un divorzio devi pensare che possono esserci dei figli di mezzo. Allora puoi sorvolare l’argomento dicendo che si’ c’è stato il divorzio ma senza andare nei particolari o scavando nel torbido perché magari in quel momento può esserci il figlio o la figlia della ex coppia che sta ascoltando. Io ad esempio ho Maelle, la figlia di Antonella Clerici, che mi guarda sempre. Il nostro è un programma che va in onda alle 5 del pomeriggio, garbato ed educato dove si parla, si racconta, come ho detto non ci si compiace a cercare il torbido…

C’è un personaggio del mondo della politica che ti piacerebbe trattare a Vite da copertina?

No, la politica non la tratto per scelta però parliamo molto dei Reali, per esempio, quelle sono davvero Vite da copertina…E poi a mio parere nessuno dei nostri politici ha una vita da copertina.

Parlando di reali, che voto daresti a Meghan Markle e a Kate Middleton?

Sono due povere scappate di casa tutte e due! Non amo nessuna delle due, sono dalla parte dei conservatori dei Windsor. Adoro la Regina, adoro William ma non mi piace Kate Middleton e neanche Meghan Markle.

Tra l’altro la Regina Elisabetta quest’anno ha rinunciato alla sua festa di compleanno…

Mi sembra giusto che abbia rinunciato, così come abbiamo rinunciato tutti noi…C’è gente che non si può nemmeno sposare, è successo di tutto, è successo l’inimmaginabile.

Potrebbe interessarti

Adriana Volpe. Foto da Facebook

Adriana Volpe pronta per TV8

Dopo essere stata una delle “recluse” dell’ultima edizione del Grande Fratello VIP, torniamo a parlare …

Giovanni Ciacci presenta Favole Arcobaleno

Giovanni Ciacci e le sue Favole Arcobaleno

Giovanni Ciacci torna in libreria con un volume ricco di storie vere, favole di tutti …

Giovanni Ciacci ed Elenoire Casalegno alla conduzione di Vite da Copertina su TV8

Giovanni Ciacci, su TV8 sarà il “Re delle vite in copertina”

Tutto pronto per il debutto nel programma Vite da copertina, del più celebre stylist della …

Lascia un commento