Patrizia Pellegrino: sono fortunata e piena di amore da parte del pubblico

Ospite della nostra intervista oggi è la nota attrice, showgirl e conduttrice Patrizia Pellegrino. E’ davvero nutrita la sua biografia artistica che spazia dall’ambito cinematografico televisivo e teatrale senza  escludere quello discografico dove ritroviamo ben due suoi album musicali e diversi singoli.

Il suo debutto è con Petrosinella con Luca de Filippo per la Rai e da lì in poi segue una lunga carriera. Dalla fine degli anni ottanta predilige il teatro che le tributa diversi successi e dove interpreta ruoli più impegnati. Straordinario il trionfo della piéce teatrale di Sandro Mayer “Bivio d’Amore”. Questa poliedrica e sorprendente donna è anche produttrice cinematografica. Un tratto che assolutamente contraddistingue Patrizia Pellegrino è la sua umanità ed aver certamente mantenuto, pur essendo personaggio noto, un’estrema freschezza e semplicità.

Benvenuta Patrizia Pellegrino, partiamo dai tantissimi ed imminenti impegni di questa estate di fuoco. Ai primi di luglio presenterai con Matilde Brandi, Mod’Arte, il vernissage di moda e spettacolo, organizzato da Gar Eventi con il Museo Correale. Come ci si appresta ad un impegno di questo tipo?

Patrizia Pellegrino – Instagram Ph

Come faccio sempre, studiando. Memorizzo il programma della serata, mi informo sugli ospiti, in questo caso, sui tanti stilisti che sono tutti importantissimi e di livello acclarato. Un paio di nomi su tutti Renato Balestra ed Eleonora Altamore. La serata si svolgerà al Museo Correale luogo davvero molto suggestivo. Tra l’altro è prevista un’esibizione dell’attrice comica Valentina Persia e sia io che Matilde Brandi canteremo. Insomma con Matilde ci divideremo un po’ i compiti. Tornando alla domanda, di qualsiasi evento si tratti, studio e memorizzo più cose possibili, in tal modo riesco a mantenere quella spontaneità che è un mio tratto caratteristico.

Gli impegni di luglio non terminano certo qui, il 19 sarai con Franco Oppini, alla presentazione del libro del regista Luca Pizzurro. Che emozioni provi?

Si una serata molto bella che si svolgerà sul lungotevere. Sono molto emozionata perché si parlerà anche della vita di Cocò Chanel figura che mi affascina molto. Lei è stata una rivoluzionaria del suo tempo e con le sue creazioni, sin dai primi cappellini in paglia ai tailleur in jersey, ha decisamente modificato il concetto di moda femminile, affermando uno stile più semplice, all’avanguardia, con il suo gusto e classe ha creato uno stile nuovo. Dietro questo marchio c’è anche una storia d’amore bellissima, fatta di stima reciproca, questo brand è dunque anche un simbolo d’amore. Anche in agosto ho un impegno ed il 9 precisamente sarò a Marina di Vietri, sul mare, dove ci sarà una serata con musica napoletana. Partecipo con una mia collega concertista, Serena Della Monica, una bravissima pianista e cantante una show woman come me. Serena fa parte della mia orchestra con cui andiamo in giro per dei concerti dedicati proprio alla musica napoletana. 

Non sveliamo un segreto se diciamo che da settembre sarai alla conduzione nel nuovo reality show “Una cabina per due” Che ci racconti di questo programma?

Girarlo è stato un vero e proprio piacere direi un divertimento più unico che raro. Ho visto solo un pezzettino già montato e posso dirti che, credo di non aver fatto prima nulla di più divertente. Il programma è davvero molto fresco e simpatico e prevede la partecipazione di sei coppie di giovani, una sola un po’ meno giovane. Tra loro c’è un’energia incantevole e tutti si sono lasciati riprendere dalle telecamere con estrema naturalezza, per un’intera settimana, in una cabina. Abbiamo vissuto tanti bellissimi momento e visto l’amicizia, la simpatia, l’allegria, tutto davvero molto simpatico. L’idea è partita da Triptoshare, il sito nato come una tradizionale agenzia di viaggi, ma subito trasformatasi in una piattaforma anche per decidere di fare un viaggio insieme ad altri, anche sconosciuti, occasione per fare, perché no, nuove amicizie o magari per scegliere di regalare un viaggio o solo per condividerlo con gli altri. Un’idea innovativa che all’estero funziona già da tempo. La produzione mi ha scelta per essere la loro testimonial anche per l’App di Triptoshare, letteralmente un viaggio da condividere.

Patrizia Pellegrino – Instagram Ph

Tornando indietro nel tempo, l’esperienza o persona più importante nel corso della tua carriera?

Non sola una devo dire, ma sono state molte sia le esperienze che le persone importanti. La mia amicizia con Corrado ad esempio è stata importantissima per me. Corrado mi scelse per fare Gran Canal un varietà e game show molto divertente, poi ho fatto la canzone Bang che era la sigla di un programma. Non meno considerevole l’aspetto teatrale e quindi l’incontro con Pietro Garinei uno straordinario commediografo e regista teatrale con cui ho lavorato al Sistina. Molto importante anche l’incontro con Gigi Proietti, nel 92 e l’aver fatto “Il piacere dell’estate” in diretta RAI. Devo dire però che le persone a cui devo molto sono proprio Corrado e Garinei, l’uno per la televisione l’altro per il teatro. Loro mi hanno insegnato molto di quello che so.

Patrizia Pellegrino non solo attrice e conduttrice, tra i diversi successi anche quello musicale in cui ritroviamo l’orecchiabilissimo Matta-ta , un allegro e divertente tormentone estivo.

Sai, alla fine nelle cose che faccio mi diverto sempre molto e questo lo trasmetto agli altri. Nel momento in cui ho realizzato Matta-ta non avevo pensieri, ero allegra e felice. Lo spirito allegro con cui faccio le cose, mi contraddistingue da sempre. Sono proprio così di carattere, una persona che prende la vita più alla leggera, anche se la vita stessa non mi ha risparmiato prove e dolori, ma resto sempre con quello spirito pazzarello ed allegro di Matta-ta.

Nella variegata attività artistica di Patrizia Pellegrino, c’è una cosa non hai ancora fatto che invece vorresti fare?

Di cose ne ho fatte molte, ma in effetti adesso che mi ci fai pensare si, una cosa c’è. Mi piacerebbe fare una fiction da protagonista e interpretare il ruolo della cattiva, per tirar fuori una parte più nascosta di me e anche per provarmi come artista, in un ruolo diverso, ritagliato su di me. Non l’ho ancora mai fatta una fiction come protagonista e si, devo dire, che questo è un sogno nel cassetto che non ho ancora messo via.

Sei una donna solare ma anche impegnata nel solidale, appoggi infatti diverse associazioni che aiutano il particolare donne e bambini in difficoltà. Ce ne vuoi parlare?

Sono sempre stata attenta a questo aspetto e molto sensibile al sociale ed in particolare ai bimbi, per questo sono anche una mamma adottiva. Nel mio piccolo non esisto ad aiutare gli altri perché penso che sia un dovere aiutare chi ha bisogno e che non si possa fare la propria vita senza guardare anche gli altri, per farlo scelgo le associazione che più mi assomigliano per carattere ed interesse. 

Trovi molto il favore anche del pubblico femminile che ti segue con affetto, il segreto?

E’ vero questo, e mi fa molto piacere. Molte donne mi scrivono cose meravigliose che a volte mi lasciano anche perplessa. Sono amata dalle donne, penso, proprio per la mia genuinità. Molte mi scrivono in privato per dirmi quanto mi stimano, oltre che come artista, per il mio essere madre, donna, persona “normale”. A volte gli artisti possono avere dei dubbi se proseguire o meno, avere dei momenti di crisi. Devo dire che in questo mi sento fortunata perché sono piena di amore da parte del pubblico e questo mi sorregge e convince a proseguire. Credo che il segreto sia proprio di essere spontanea, non sono perfetta, anzi ho tanti difetti, ma questo mio essere vero ha evidentemente il suo riscontro.

Parlando di “segreti”, siamo in estate e non possiamo non notare un fisico perfetto! Come si fa a mantenere questa straordinaria forma fisica?

Patrizia Pellegrino – Instagram Ph

Per una persona come me, attiva, credo sia un po’ meno difficile. Se posso faccio sempre movimento, poi si deve cominciare in inverno a prepararsi per essere in forma d’estate, magari cercarndo di mangiare bene, qualcosa di sano, frutta e verdura non dovrebbero mai mancare e tenersi in forma almeno con una camminata. Credo sia anche molto importante leggere ed approfondire anche ed ascoltare la propria anima. Tutte cose che fanno di ognuno di noi una persona speciale. Avere insomma cura di se stessi, volersi bene e fare, possibilmente, solo le cose che ci piace fare, che ci danno gioia, coltivare se stessi non solo esteriormente.

Una cosa davvero irrinunciabile ed importante per Patrizia donna?

L’integrità morale. Non potrei rinunciare alla mia integrità morale.

Potrebbe interessarti

Premiata al Museo Correale l’haute couture per la II edizione di Mod’Arte

Eleganza, haute couture e cultura grandi protagoniste della II edizione di Mod’Arte presso il Museo …

Museo Correale

Mod’Arte al Museo Correale: l’haute couture si sposa con l’arte.

Il Museo Correale di Sorrento elogia nuovamente la bellezza: le sale in cui sono visibili …

Patrizia Pellegrino

Una cabina per due, il reality con Patrizia Pellegrino

Oggi vi parliamo di Patrizia Pellegrino, che per festeggiare i suoi 40 anni di carriera …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.