Nathalie Guetta, artista con forte sensibilità

Nathalie Guetta per gli animali

La nostra attenzione oggi è riservata ad un’artista davvero particolare, Nathalie Guetta, un’attrice circense francese, amatissima dal pubblico anche per il ruolo di Natalina, la perpetua di Don Matteo, famosa fiction di Rai 1, la cui presenza nel cast risale dal 2000.

Nathalie Guetta ed Achille in totale relax. Foto fornita dall'artista.
Nathalie Guetta ed Achille in totale relax. Foto fornita dall’artista.

La sua notorietà inizia a divulgarsi in breve tempo grazie alle divertenti partecipazioni al Maurizio Costanzo Show nel 1989, e così in brevissimo tempo comincia la carriera di attrice con “I divertimenti della vita privata”, nel ruolo di Nanny, regia di Cristina Comencini, “Ricky & Barabba”, “Dio vede e provvede” e tanti altri.

Nathalie Guetta, oltre ad avere delle doti particolari di bravura, carisma, simpatia e talento, che le hanno fatto conquistare l’ammirazione degli italiani e non solo, ha anche una marcia i più dovuta alla sua innata e spiccata sensibilità verso il modo animale e la vita tutta. Cerca, come può, di essere portavoce di situazioni talvolta celate, pur non potendo essere lei in prima persona ad occuparsene. Ultimamente attraverso la sua pagina di Facebook, sta cercando di portare all’attenzione una circostanza di cui Leonardo Di Caprio si sta facendo paladino, ovvero la fusione di Monsanto e Bayer, i cui effetti sarebbero devastati. L’artista francese ha lanciato un appello affinché se e possa parlare, affinché chi può intervenire intervenga, affinché possa essere portato alla luce ciò che si cerca di nascondere:

Les amis, se non ci svegliamo adesso, sarà troppo tardi! Ovunque nel mondo stanno deforestando, massacrando gli indigeni per prendergli la terra, per piantare mais pieno di veleni! Stanno inquinando l’acqua, il suolo, l’aria, tutto! Stanno massacrando gli animali. Seminano morte ovunque al fine di arricchirsi! Tutto questo potrebbe avere effetti terrificanti anche per l fusione tra Bayer e Monsanto. Non capisco perché non venga commentato su Facebook ed altrove. Perché non se ne parla…Non pensate ai vostri figli ? Che fine faranno? Non tra cento anni ma tra 20 anni! Leonardo Di Caprio sta facendo di tutto per salvare il pianeta e svegliare le coscienze ma lui da solo non può ed è davvero terrificante quel che sta succedendo! Ci stanno massacrando tutti! Non bisogna pensare che essendo massacrati gli indigeni, questo non ci riguarda!! Ci riguarda e come!!! La vera battaglia é questa ed è adesso! Ovunque nel mondo, il profitto di pochi ci porta alla morte. Ovunque, in Francia , in Italia! Il Brasile sta per essere deforestato! Uno dei massimi polmoni del mondo! Ci dobbiamo svegliare perchè che non sia troppo tardi! Per evitare questa apocalisse! La natura non ne può più! Ce la farà pagare giustamente! E sarà oramai troppo tardi quando succederà! Riprendiamoci la nostra vita,salviamo il pianeta! E’ un paradiso!! Il paradiso, o quel che ne resta, é qui! Salviamolo tutti! Vi prego!

Le parole di Nathalie, per sua stessa ammissione, potrebbero “peccare” di ingenuità, essere scaturite da un animo di sognatrice o semplicemente da chi spera in un mondo migliore e si potrebbero accostare a quelle di Severn Suzuki, la bimba di 12 anni che nel discorso di soli 6 minuti, riuscì ad azzittire il mondo:

La mia rabbia non mi acceca e la mia paura non mi impedisce di dire al mondo ciò che sento. Se un bimbo di strada che non ha nulla è disponibile a condividere, perché noi che abbiamo tutto siamo ancora così avidi? Ci insegnate a non litigare con gli altri, a risolvere i problemi, a rispettare gli altri, a rimettere a posto tutto il disordine che facciamo, a non ferire altre creature, a condividere le cose, a non essere avari. Allora perché voi fate proprio quelle cose che ci dite di non fare? Io sono solo una bambina e non ho tutte le soluzioni, ma mi chedo se siete coscienti del fatto che non le avete neppure voi. Non sapete come si fa a riparare i buchi nello strato di ozono, non sapete come riportare indietro i salmoni in un fiume inquinato, non sapete come si fa a far ritornare in vita una specie animale estinta, non potete far tornare le foreste che un tempo crescevano dove ora c’è un deserto. Se non sapete come fare a riparare tutto questo, per favore smettete di distruggerlo. Qui potete esser presenti in veste di delegati del vostro governo, uomini d’affari, amministratori di organizzazioni, giornalisti o politici, ma in verità siete madri e padri, fratelli e sorelle, zie e zii e tutti voi siete anche figli. Per favore fate che le vostre azioni riflettano le vostre parole… Grazie“.

Noi ci uniamo all’appello di Nathalie, che ringraziamo doppiamente, anche per aver aderito alla Campagna di Sensibilizzazione VipEBau, contro l’abbandono degli animali (nella foto è con il suo amatissimo Achille), con la speranza che si capisca che i soldi guadagnati a discapito di altri seminano solo distruzione e proprio a tal proposito concludiamo con un proverbio indiano che racchiude infinita saggezza: “Quando l’ultima fiamma sarà spenta, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce catturato, allora capirete che non si può mangiare denaro”.

Potrebbe interessarti

Terence Hill sul set di Don Matteo

Quelli di Don Matteo: Carlo Conti, Belén Rodriguez e ora Rovazzi

Giorni frenetici a Spoleto per le riprese della dodicesima stagione di “Don Matteo”. Terence Hill …

Francesco Castiglione

Da ‘Don Matteo’ a ‘Un Passo dal cielo’ passando per ‘L’Isola di Pietro’: Francesco Castiglione prende il volo

È proprio il caso di dirlo il poliedrico attore Francesco Castiglione non smette di stupire. …

Nella foto Pietro Pulcini, il regista Raffaele Androsiglio e Domenico Pinelli

La Caserma di “Don Matteo” pronta per il primo turno

Continua il viaggio de “La Gazzetta dello Spettacolo” nel fantastico mondo della serie “Don Matteo”. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.