Palestre aperte: come evitare i funghi della pelle negli spogliatoi

Tutti coloro che frequentano, o che hanno frequentato (anche per pochissimo tempo) una palestra, sanno benissimo che lo spogliatoio non sempre è un luogo totalmente igienico.

Palestra. Foto di Victor Freitas
Uomo che si allena in Palestra. Foto di Victor Freitas

Con la riapertura delle palestre, gli spogliatoi si sono nuovamente ripopolati e, se non si pone attenzione, potrebbe essere un luogo non sicuro. Pertanto, è bene prestare attenzione a questi ambienti, che, grazie al riscaldamento costantemente acceso, creano le condizioni ottimali per lo sviluppo dei funghi, cioè i miceti che si diffondono sulla pelle e generano la micosi, la tigna e funghi sulla pelle. Si tratta, per chi non lo sapesse, di disturbi della pelle che possono risultare essere particolarmente fastidiosi e, nei casi più gravi, causare anche seri disturbi.

Come si manifesta la tigna?

Molte volte si sente parlare di funghi presi durante una doccia in uno spogliatoio poco pulito, come ad esempio la tigna, ma come è possibile riconoscerla? In parole povere, la tigna funghi sulla pelle si manifesta principalmente con chiazze sulla cute di colore rosaceo o rossastro, di circa 2-3 cm. È questo, infatti, il tratto caratteristico di questo particolare fungo, il quale, tra l’altro, è piuttosto comune in Italia. Normalmente le chiazze in questione sono piuttosto pruriginose, e in alcuni casi possono provocare anche vesciche, pustole e piaghe.

Questo significa che potrebbe causare disturbi e disagi significativi. Anche se è facile da individuare, per avere una certezza sulla diagnosi, è possibile recarsi da un dermatologo. Il professionista conduce un esame su un campione di tessuto, oppure analizza visivamente l’eruzione cutanea. Solo in questo modo, infatti, è possibile essere certi al 100% di aver preso la tigna oppure no.

Come è possibile evitare di prendere i funghi nello spogliatoio?

Come sopra anticipato, si tratta di disturbi piuttosto comuni. Le micosi in generale riescono ad attecchire facilmente sul corpo delle persone, specie se si è soliti frequentare luoghi e spazi non troppo igienici. Ad ogni modo, i consigli per prevenire la micosi sono semplici. Attenzione, in primo luogo, alle docce. È proprio negli ambienti umidi, infatti, che i cosiddetti miceti riescono a resistere per molti giorni; pertanto, è fondamentale indossare sempre le ciabatte ed evitare di fare la doccia a piedi nudi. Inoltre, è bene scegliere dei detergenti per il corpo non troppo aggressivi. Infatti, la cute si difende dai funghi grazie ad uno strato di grasso protettivo; pertanto non bisogna alterare il PH della pelle.

Dopo aver fatto la doccia, occorre asciugarsi attentamente, tamponando il corpo con un telo traspirante, pulito ed asciutto, in tessuto naturale. La pelle bagnata, infatti, favorisce ancora di più la proliferazione dei funghi. Ovviamente è inutile ricordare che non bisogna assolutamente scambiare asciugamani, accappatoi ecc., con altre persone. Dopo la palestra, è bene indossare della biancheria traspirante, specialmente nella zona dell’inguine, ed anche le scarpe devono impedire l’accumulo dell’umidità. Al rientro a casa, è fondamentale mettere in lavatrice tutta la biancheria utilizzata in palestra, compresa quella del tragitto da casa alla palestra e dalla palestra a casa, ad alte temperature. Le scarpe, invece, vanno tolte e lasciate asciugare. Anche le calzature, poi, vanno lavate periodicamente.

Potrebbe interessarti

Leggings modellanti

Leggings modellanti per sentirsi belle e in forma, soprattutto in palestra

Ci si può sentire belle e femminili anche quando ci si allena? I leggings modellanti …