Caffè letterario di Villa Favorita

941499_174685982699359_1171442931_n

Si inaugura venerdì 4 settembre alle ore 19.00 la mostra Ombre Prosequio di Amedeo Gabucci in arte deò a cura di Giovanni Cardone presso “ Le Scuderie” Caffè Letterario di Villa Favorita Ercolano , con il Patrocinio del Comune di Ercolano in collaborazione con la Universum Academy Switzerland – Regione Campania , e con l’Associazione Culturale Libera/mente. La mostra si potrà visitare fino al 26 settembre 2015.

Come ci dice Giovanni Cardone : “L’arte di Amedeo Gabucci in arte deò è antitesi e sintesi allo stesso tempo, lo scontro tra la luce e l’ombra è senza fine e senza risoluzione. Penombra non datur. Le linee orizzontali e quelle verticali non generano diagonali. Nelle sue opere lo scontro frontale, l’aporia è tra stasi e movimento, tra spazio e tempo. Tra la presenza fisica incombente della figura, del volto, e la sua instabilità, la sua evanescenza, il suo essere transeunte.

Il dissidio insanabile è tra l’essere e il divenire, tra il condensarsi della materia e il suo espandersi, esplodere sino alla dissoluzione. Ma la materia in questione è il colore bianco impresso da un timbro sulla tela, con un gesto apparentemente impersonale. La materia è il nero, l’ombra. Nelle sue opere il conflitto invece è triplice, tra linee orizzontali e linee verticali, tra luce ed ombra, tra gesto e segno, tra le scisse e le ordinate che non si incontrano. Le forze spingono in direzioni ortogonalmente opposte senza incontrarsi, senza fondersi. I gesti orizzontali si sovrappongono o più spesso giustappongono a quelli verticali, generando tensioni.

La luce è il risultato di un gioco dove l’ombra affiora morbida e sfumata, quasi evanescente, oppure incombe a larghe strisce dai contorni indefiniti. L’ombra è un panno morbido che avvolge. La luce è un gesto che rende unica l’opera .L’ombra in deò non è assenza di luce, ma presenza immanente, imprescindibile, incombente. Forse, addirittura, è la luce ad essere assenza di ombra, mancanza, negazione. Non che tutto questo non ci fosse anche prima. Solo che adesso il rigore estremo di queste opere mette a nudo brutalmente gli schemi, e al tempo stesso li rende anche più prepotentemente efficaci. E come possiamo chiamare il conflitto irrisolto tra luce ed ombra, tra essere e divenire, tra gesto e segno, tra orizzontalità e verticalità. A ciascuno poi, se lo vorrà, la possibilità di cogliere i risvolti metaforici di alcuni di questi poli contrapposti: luce ed ombra,gesto e segno, orizzontale e verticale”.

Programma Venerdì Caffè Letterario:

11 Settembre ore 19.00

Dibattito Sull’arte Contemporanea Interverranno :

Amedeo Gabucci in arte deò

Marcello Francolini Critico d’Arte

Modera : Giovanni Cardone Storico e Critico d’Arte

18 Settembre ore 19.00

La Rivoluzione Napoletana del 1799 – Insegnamento e Valori

Interverranno :

Ciro Bonaiuto Sindaco di Ercolano

Raffaele Del Giudice Vice Sindaco di Napoli

Nino Daniele Assessore alla Cultura e al Turismo di Napoli

Antonella Orefice Storica e Direttore del Nuovo Monitore Napoletano

Giovanni Cardone Storico e Critico d’Arte

Salvatore Perillo Giornalista tv city – Comuni Vesuviani News

25 Settembre ore 19.00

Presentazione di uno studio di Emilio Mastriani sulla vita e le opere del romanziere napoletano Francesco Mastriani ( suo avo). Interverranno: Emilio Mastriani Studioso e Filosofo, Gennaro Mantile Presidente dell’Associazione Mondo Scuola, Rosario Mastriani Ricercatore.

Potrebbe interessarti

Nico e il fantastico mondo del mare - Laboratorio Artistico

Nico e il fantastico mondo del mare fa tappa a Sorrento

Un appuntamento da non perdere quello con Nico e il fantastico mondo del mare, che …

L'Accusa del Tempo, di Giuliana Donzello

L’Accusa del Tempo, di Giuliana Donzello

Presentata l’ultima fatica letteraria dell’autrice veneta Giuliana Donzello dal titolo L’Accusa del Tempo.

litfiba

I Litfiba in concerto a Villa Favorita, ad Ercolano

Giovedì 6 agosto alle ore 21.00  ad aprire la XXVII Edizione del Festival delle Ville …