Perché in una dieta equilibrata andrebbe inserito anche il pesce

Gli italiani, grazie alla dieta mediterranea, consumano molto pesce: la nostra media è infatti superiore a quella europea, arrivando a circa 28 kg pro capite. Questa abitudine alimentare riguarda non solo chi ha la fortuna di vivere vicino al mare, ma anche gli altri consumatori della Penisola, che lo acquistano sia nelle pescherie tradizionali sia su quelle “virtuali”; è interessante notare che, se in passato l’abitudine di comprare alimenti su Internet era poco diffusa, oggi sono sempre di più le persone che decidono di ordinare pesce fresco direttamente online, rivolgendosi alle opzioni presenti sul web.

Ma per quale motivo questo cibo, oltre ad essere apprezzato per il suo sapore, è così importante per la nostra salute? Ecco le ragioni principali.

Perché in una dieta equilibrata andrebbe inserito anche il pesce
  • Il pesce è ricco di Omega 3: per prima cosa, è importante sottolineare che il pesce azzurro è una delle fonti più ricche di Omega 3. Questi acidi grassi polinsaturi giocano un ruolo fondamentale per la nostra salute, su diversi livelli. Sono ad esempio basilari per la salute delle articolazioni e delle ossa, ma giovano anche alla pelle.
  • Non solo Omega 3: in realtà il pesce può essere visto al pari di una preziosa miniera di nutrimenti ottimi per la salute del nostro corpo. Andando oltre gli acidi grassi Omega 3, infatti, il pescato contiene pure le vitamine B e D, insieme allo iodio, allo zinco e al ferro. Di conseguenza, è una risorsa preziosissima per integrare i minerali più importanti.
  • Il pesce aiuta a dimagrire: innanzitutto si parla di un alimento dall’apporto calorico piuttosto contenuto, dunque un cibo perfetto per chi è a dieta. In secondo luogo, non solo aiuta a mantenere la linea, ma anche a perdere il grasso in eccesso. Il merito va ancora una volta agli acidi grassi polinsaturi, che favoriscono lo smaltimento dei lipidi e la combustione di calorie, in quanto fungono da veri e propri acceleratori metabolici (naturali).
  • Il pesce aiuta a dormire meglio: in molti sanno già che dormire bene equivale a fare un favore alla salute del corpo, entrando in uno stato di benessere generale. Ebbene, stando ad alcuni studi scientifici pare che il pesce possa favorire il sonno, stavolta per merito delle alte concentrazioni di vitamina D.
  • Il pesce aiuta ad abbassare la pressione: ancora una volta, bisogna ringraziare gli Omega 3, i quali agiscono anche abbassando la pressione del sangue. Di conseguenza, il pesce può giovare ad uno degli aspetti più importanti per la salute dell’organismo, ossia il sistema cardiovascolare.
  • Il pesce fa bene anche in gravidanza: diverse ricerche scientifiche hanno dimostrato che mangiare pesce in gravidanza può favorire non solo la salute della mamma, ma anche quella del bimbo. Ancora una volta il merito apparterrebbe agli acidi grassi Omega 3. Per questo le donne in dolce attesa dovrebbero preferire il pesce azzurro, come ad esempio il merluzzo o la sogliola.

Lascia un commento