Un Mondo di Solidarietà, promossa la 9 edizione

Il resoconto della serata al Teatro Mediterraneo in sold-out per Un Mondo di Solidarietà

Inutile parlare di affluenza di pubblico a Napoli quando si tratta di solidarietà, perché il sold-out è sempre garantito. Se poi alla corsa per la solidarietà ci si mette anche uno spettacolo fatto di volti noti della musica, del cabaret e della televisione, ecco che viene fuori la ricetta completa di Un Mondo di Solidarietà.

Location spaziosa del Teatro Mediterraneo all’interno della Mostra d’Oltremare di Napoli, per accogliere un vasto pubblico di giornalisti, ospiti, imprenditori e pubblico vicino ai temi che interessano lo stato sociale e la beneficenza. Madrina della serata, la splendida Maria Grazia Cucinotta che accompagnata dal direttore artistico Diego Di Flora, si è spesa tanto come fa da nove anni per mettere insieme gli artisti che poi sono il collante della rassegna per la maratona alla solidarietà.

Tanti nomi interessanti quest’anno e per questa nona edizione, a partire dalla conduzione con la sempre in forma Maria Mazza, accompagnata dal brillante Antonio D’Ausilio e Fabio Palazzi.

Le coreografie curate dalla coppia (nel lavoro e nella vita) Vincenzo Durevole e Giovanna D’Anna (volti noti di Amici di Maria De Filippi), che hanno incantato il pubblico tra le altre cose con un tango sensuale e trascinante. Ampio spazio alla comicità con il duo Enzo e Sal e Ciro Giustiniani di Made in Sud, oltre che la bravissima Gabriella Germani, talento delle imitazioni diventata nota al grande pubblico grazie alla partecipazione ad Edicola Fiore. Durante la serata gli sketch dei cabarettisti e le “incursioni” di Maria De Filippi, Sabrina Ferilli e Barbara Palombelli (cavalli di battaglia della Germani), hanno accompagnato un primo tempo baciato anche dalla musica di un intenso Giovanni Caccamo, dal ritmo dei Sud 58 che hanno tenuto a fare un ricordo all’amico scomparso Massimo Borrelli e poi con la carica di due new entry del mercato musicale, giovanissimi che sono Loomy (X-Factor 9 team Arisa) e gli Urban Strangers, acclamatissimi da una folla di fans intervenuti all’evento.

Prima di calare il sipario per una pausa, intervento dell’Assessore Alessandra Clemente che per il Comune di Napoli questi eventi sono forza motrice e soprattutto non sono casi isolati, ma fanno parte di una serie di iniziative spesso invisibili al pubblico.

Nel secondo tempo dello show cambia il tiro, spazio ancora alla comicità, ma mescolata al talento musicale, quello di Francesco Cicchella, reduce dai successi di Made in Sud, di Tale e Quale e del sabato sera italiano con Gigi Proietti. Illumina la scena anche la celestiale voce di Deborah Iurato, anche lei reduce dal successo di Tale e Quale Show, che ammalia anche nel duetto con Giovanni Caccamo, per poi lasciare spazio all’ampio live di Valentina Stella intervenuta all’evento.

Un piccolo spazio ricordo durante la serata anche a Massimo Troisi, in quanto una emozionata Maria Grazia Cucinotta mostra lo scatto di un murales in città che ricorda la famosa scena del bacio interpretata ne Il Postino, proprio da lei e dal grande Massimo.

Murales Maria Grazia Cucinotta e Massimo Troisi

La prossima edizione

Si è già anticipato che con molta probabilità, cadendo quest’anno il decennale di una rassegna partita nel 2007, potrebbe esserci una decima edizione proprio nell’anno in corso per far coincidere le due date in maniera concreta, e tanti degli ospiti presenti hanno già dato segno di adesione e disponibilità per il prossimo evento.

Un mondo di Solidarietà

Il progetto è ideato da Maria Grazia Cucinotta e Diego Di Flora, patrocinato dal Comune di Napoli, con particolare attenzione dell’Assessorato alle Politiche Giovanili. L’evento prevede uno spettacolo con una carrellata di artisti, uniti per raccogliere fondi da destinare alla realizzazione del progetto “La casa di Matteo“.

Un mondo di solidarietà

Ogni anno segue l’iniziativa contribuendo concretamente a realizzare progetti importanti. Con le precedenti edizioni sono stati sostenuti progetti per i minori a rischio della Bielorussia, dell’India, dell’Africa; per i bambini vittime dell’alluvione di Messina; per gli adolescenti a rischio nel quartiere Sanità di Napoli promosso dalla Fondazione Cannavaro-Ferrara. L’edizione dello scorso anno è stata dedicata all’Associazione Byelo che si occupa di solidarietà in Uganda. Attorno a Un mondo di Solidarietà si raccoglie anche una serie di imprenditori indispensabili per il raggiungimento dell’obiettivo.

Le interviste

Nei prossimi giorni una serie di interviste rilasciate dai protagonisti della serata evento Un Mondo di Solidarietà, per continuare ad approfondire le carriere, le novità, le iniziative non dimenticando lo sguardo al sociale.

Potrebbe interessarti

Avvocato Valentina Ruggiero. Foto da Ufficio Stampa

LockDown: come è cambiato l’amore in quarantena

Questo lungo periodo di lockdown vissuto dall’Italia negli ultimi due mesi, ha cambiato il modo …

Cuori solitari con lo smartphone

Cuori solitari: le conquiste ai tempi dello smartphone

L’amore non ha età, non ha tempo e non ha barriere, e anche in periodi …

Teenager sempre più depressi per il LockDown

Teenager sempre più depressi per il LockDown

La chiusura forzata di questo periodo, questo LockDown di cui tanto si parla durante l’emergenza …

Lascia un commento