#Noiconloro: Intervista a Keita Balde, Simona Guatieri, Giordano Petri e Sara Galimberti

_DSC6143Sara Galimberti, Keita Baldè, Simona Guatieri e Giordano Petri. Sono loro i quattro testimonial d’eccezione della nuovissima campagna di Cifa Onlus: #Noiconloro. Cifa Onlus è il più grande Ente Autorizzato di tutta Italia per numero di adozioni portate a termine ogni anno e ha voluto unirsi ai quattro testimonial speciali e amatissimi dal grande pubblico, per un unico obiettivo: difendere i diritti dei bambini.

Ed ecco quindi:  Sara Galimberti, la cantautrice  attualmente tornata nella hit-parade con le canzoni “Danza”, “Come il mare in me” e “Chiamami per nome”; Keita Baldé Diao,  il giovane attaccante della  Lazio, l’attore Giordano Petri,  reduce dalla fiction di successo di Rai Uno “Un medico in famiglia”,  e la modella e conduttrice Simona Guatieri. 

Sara, Keita, Giordano e Simona hanno deciso di sostenere Cifa Onlus, da 35 anni impegnato nella tutela dei diritti dell’infanzia in ogni angolo del mondo grazie all’adozione e alla cooperazione internazionale. L’obiettivo della campagna #Noiconloro è aiutare tanti bambini a vedere rispettato il loro diritto più importante: quello di avere una mamma e un papà.

La Gazzetta dello Spettacolo ha incontrato i quattro testimonial…

_DSC6111

Come avete conosciuto Cifa Onlus?

Giordano: Le adozioni internazionali sono una realtà importantissima in Italia e Cifa Onlus offre sostegno concreto in ogni fase della procedura adottiva, facendo sì che venga rispettato il diritto di ogni bambino ad avere una famiglia. Devo dire, però, che l’occasione per approfondire quanto Cifa Onlus fa per queste famiglie è stata la campagna #noiconloro a cui ho aderito senza nemmeno pensarci un momento.

Sara: Ne avevo già sentito parlare ma grazie a questa bellissima esperienza ho avuto modo di percepirne ancor più da vicino la vera essenza.Ho incontrato gli occhi felici e gioiosi delle due bimbe appena adottate e dei loro genitori e mi sono emozionata e questo mi è bastato a capire quanto importante e bello sia il lavoro svolto da Cifa Onlus. Passare del tempo con loro mi ha donato tanto e ho respirato tanto amore puro,tanta vita. Spero di riuscire presto anche a visitare la sede operativa della Onlus a Torino.

Keita: Ho conosciuto Cifa Onlus grazie a Simona Guatieri, una mia amica da anni che mi ha parlato di questa associazione e della campagna che stavano organizzando 2)noiconloro é una campagna per le adoziobi internazionali.

Simona: CIFA Onlus é uno dei più grandi enti italiani per le adozioni e da sempre avevo il desiderio di partecipare a un’iniziativa del genere. Credo in queste iniziative e voglio dare il mio contributo a una causa importante come quella dell’adozione.

Parlateci della nuova campagna #Noiconloro.   _DSC5981

Giordano: #Noiconloro è un’iniziativa che ha lo scopo si promuovere la cultura dell’adozione. Con l’occasione abbiamo avuto la possibilità di conoscere alcune delle famiglie speciali che hanno accolto questi bambini. È stato un piacere dare anche solo qualche minuto del nostro tempo a chi sa davvero riempirti il cuore con uno sguardo, un sorriso, un bacio, un abbraccio.

Sara: La campagna #Noiconloro è una campagna di sensibilizzazione sul tema delle adozioni, un invito a considerare le adozioni non una forma di genitorialità di serie b, ma un atto di amore puro ed incondizionato che puo’ restituire il sorriso a molti bambini. Chi è più esposto come noi a livello mediatico puó contribuire senz’altro ad amplificare questo messaggio attraverso tutti i canali di diffusione possibili. Per me è stata una bellissima esperienza e ringrazio la Cifa Onlus per avermi voluto coinvolgere, ho partecipato davvero con tutto il cuore.

Keita: #Noiconloro é una campagna per le adoziobi internazionali. In un periodo di crisi per le adozioni internazionali nella nuova campagna speriamo di sensibilizzare futuri genitori in un gesto così piccolo ma che può cambiare completamente la vita di un bambino.

Simona: La campagna per le adozioni internazionali #noiconloro nasce dalla volontà di sensibilizzare le famiglie italiane a fare un passo che può portare nelle loro vite e in quelle di molti bambini tanto amore. Sono già tantissime le famiglie che hanno deciso di adottare e speriamo che attraverso questa campagna possano essere ancora di più!

Quali valori sperate che la gente riesca a cogliere da questa iniziativa?     _DSC6320

Giordano: Spero davvero che si superi il preconcetto dei genitori di “serie B”. Io ho visto e conosciuto semplicemente dei genitori e dei figli. L’amore, quello vero e incondizionato non conoscere catalogazioni.

Sara: Io spero arrivi non solo il messaggio che donare amore rappresenti una delle esperienze più belle che si possano fare,ma anche e soprattutto spero si riesca a restituire una luce nuova e positiva al concetto di adozione. I genitori adottivi non sono genitori di serie b, ma amano e crescono i propri figli adottivi con lo stesso identico e puro amore di un genitore biologico. L’amore in tutte le sue forme e colori è e sara’ sempre e solo amore,parlerà un’unica ligua,quella del cuore. Ho tanta ammirazione per tutti quei genitori che hanno regalato sorrisi nuovi e una nuova vita a tutti quei bimbi che non attendevano altro che realizzare il proprio sogno di poter essere amati e avere gli stessi diritti di tutti gli altri bimbi.

Keita: Da questa iniziativa spero semplicemente di trasmettere l’idea di non aver paura della differenza. Non esistono bambini di serie a e bambini di serie b. Così come non esistono dei genitori veri e dei genitori adottivi. Spero che in un momento di così tanta diffidenza verso il prossimosi trasmetta amore verso i bambini che seppur diversi sono tutti piccole creature bisognose d’amore

Simona: Spero che questa iniziativa faccia capire l’importanza della convivenza multiculturale. Siamo sempre più impauriti da ciò che non conosciamo, ma io penso che dobbiamo accogliere il prossimo, senza pregiudizi o timori perché può arricchirci. Adottare un bambino è un esempio di arricchimento per tutti dalle famiglie italiane, al futuro del nostro paese.

Si ringrazia: Sabina Filice per le foto e  CgStyleParrucchiere di Claudia Giuliani per il trucco e parrucco per la campagna.

Autore: Redazione

Redazione Giornalistica

Potrebbe interessarti

Partner. Foto dal Web

Come non impazzire per la presenza costante del partner?

Gli attuali cambiamenti della società, consentiti dalla digitalizzazione hanno cambiato i rapporti tra partner. Come gestirli in casa?

La realtà virtuale (VR) al Carcere di Procida per OndeVisioni

OndeVisioni: quando il carcere diventa cinema

Entrare nella cella di un vecchio carcere, a picco sul mare, e immergersi nella vita dei detenuti ad OndeVisioni con la realtà virtuale.

Ulisse di Carmen Castiello. Foto di Giovanni Minervini

Ulisse di Carmen Castiello in scena

Il viaggio dell'iconico Ulisse è lo stesso proposto al pubblico tra i corridoi e le sale del museo sannita Arcos di Benevento.