Perché è necessario giocare con il proprio gatto

Il gioco è un’attività molto importante per i gatti, in quanto consente loro non solo di allenarsi fisicamente ma anche di stimolare l’intelligenza e l’istinto di caccia.

Far divertire un felino è molto semplice, perché si tratta di animali molto curiosi e dotati di grande fantasia. Qualunque oggetto, che sia una pallina di carta stagnola o una cartina di caramella, può trasformarsi in un divertente passatempo tra le loro zampe.

Gatti che giocano
Gatti che giocano. Foto dal Web

L’importanza del gioco per Micio

Il gioco è una fase fondamentale nella vita di un gatto, specialmente quando questo è un cucciolo. Per un micino giocare equivale a una vera e propria palestra, che prepara l’animale alla vita adulta ovvero a essere indipendente.

Come abbiamo già accennato all’inizio, il gioco equivale a un training di caccia, che stimola il gatto a sviluppare le abilità di difesa e di attacco. L’attività ludica aiuta il felino a sviluppare anche la coscienza sociale, elemento fondamentale che consente al quadrupede di rapportarsi con i suoi simili.

Un felino cucciolo che non è in grado di giocare con gli altri gattini, crescendo tenderà a diventare poco socievole e molto riservato. Per ciò che concerne un esemplare adulto, il gioco equivale a puro divertimento e sano esercizio fisico oltre che a un grande stimolo mentale.

L’attività ludica accresce nel felino i livelli di serotonina ovvero l’ormone del buonumore e ciò giova anche al rapporto tra l’animale e il suo padrone. Se il gatto viene stimolato a giocare, può scaricare molta energia fisica ed emotiva repressa.

Se al contrario non offriamo all’animale nessuna valvola di sfogo, questi cercherà di scaricare lo stress a modo suo, magari improvvisando agguati alle caviglie del proprietario, arrampicandosi sui mobili e sulle tende di casa oppure utilizzando divani e poltrone come tiragraffi.

Come far divertire il proprio gatto

Micio si diverte molto di più a giocare se viene stimolato dal proprio padrone. A tale scopo si rivelano molto utili i bastoncini con la cordicella che hanno un’esca attaccata all’estremità oppure le palline in gomma, che potete divertirvi a far rotolare in direzione del felino.

Questi sono soltanto alcuni esempi di come invogliare il vostro amico peloso a giocare con voi. Non è necessario spendere dei soldi in appositi accessori ma potete costruire dei ninnoli fai da te, recuperando dei semplici oggetti di uso comune in casa.

Per esempio potete prendere uno spago e attaccare un pon pon di lana a una delle due estremità. In questo modo otterrete una sorta di “canna da pesca felina” con esca, utile per attirare Micio a voi. Il divertimento sarà assicurato, tuttavia concedete al quadrupede di afferrare la “preda” ogni tanto o rischierete di generargli frustrazione.

Per stimolare mentalmente il vostro amico peloso, cercate di inventare giochi nuovi ogni giorno e di organizzare delle sessioni interessanti che possano incuriosirlo.

Se sarete costanti e creativi nell’interagire con il vostro gatto, gioverete al suo umore e alla sua salute fisica e mentale.

Giochi da gatto

Sul mercato esistono giochi per gatto di tutti i tipi, molti dei quali utili per stimolare l’istinto di caccia del felino. Tra i vari accessori presenti in commercio, troviamo anche dei veri e propri rompicapo, come per esempio dei simpatici labirinti, che erogano dei gustosi croccantini premio a ogni sessione di gioco portata a termine con successo.

Un altro accessorio interessante è la pista con la pallina interna. Si tratta di un circuito chiuso, con all’interno una sfera, che il gatto può spingere con la zampetta attraverso delle piccole aperture disposte sulla copertura trasparente della pista.

Se desiderate tenere Micio in forma, potreste prendere in considerazione l’idea di regalargli una struttura verticale per gatti, sulla quale questi può arrampicarsi e raggiungere delle piattaforme collocate a diverse altezze.
Nella cesta poi non possono mancare dei topini a ricarica, da far muovere qua e là per le stanza della casa; in questo modo l’animale potrà cimentarsi in rocamboleschi inseguimenti in stile “Tom e Jerry”.

Tra i vari oggetti per far divertire Micio, potreste pensare di usare anche un puntatore laser; tuttavia l’utilizzo di questo accessorio non è sempre consigliato.

In primis, il gatto non riuscendo a catturare mai il puntino luminoso, potrebbe sentirsi frustrato e demotivarsi. In fin dei conti la lucetta laser per il felino è una preda e non riuscire ad afferrarla potrebbe rivelarsi molto deludente per lui.

Per tale motivo vi suggeriamo di utilizzarlo per non più di cinque minuti e al termine di ogni sessione di gioco ricordatevi di premiare il gatto con uno snack. Chiaramente evitate assolutamente di puntare il laser sugli occhi del felino, onde evitare di danneggiarli.

Potrebbe interessarti

Padre Gerardo Zatarain García e Paoloma. Foto da Facebook

Padre Gerardo Zatarain García e Paoloma, insieme per dire messa

Padre Gerardo Zatarain García, sacerdote nella parrocchia Todos Los Santos, si è presentato a dire messa con il suo cane

Max Piro separato dal suo Beethoven per colpa di chi non sa amare

Max Piro è un bravo musicista e cantautore che vive in provincia di Varese, e …

Labrador tratto in salvo e adottato dalla marina militare in Messico. Foto dal Web

Labrador tratto in salvo e adottato dalla marina militare

Per ore e ore è rimasto aggrappato ad una ringhiera di un balconcino, così lo …