Breaking News
Home > Televisione > Valeria Graci, la mia estate con Quelle brave ragazze

Valeria Graci, la mia estate con Quelle brave ragazze

A tu per tu con Valeria Graci

Valeria Graci ci fa compagnia in TV questa estate. Lo fa, debuttando su Rai 1 con il programma “Quelle brave ragazze” in onda tutti i giorni dalle 10,00 di mattina.

Valeria Graci. Foto di Azzurra Primavera.
Valeria Graci. Foto di Azzurra Primavera.

Questa rappresenta per Valeria la prima volta in veste di conduttrice insieme a tre colleghe d’eccezione come Veronica Maya, Mariolina Simone e Arianna Ciampoli di un talk show tutto al femminile. La Gazzetta dello Spettacolo incontra Valeria e con lei costruiamo insieme il ritratto di una donna e della sua armonia.

Benvenuta su La Gazzetta dello Spettacolo, Valeria Graci. Sei in TV con il programma ” Quelle brave ragazze”. Che esperienza rappresenta per te?

Questo percorso è iniziato mesi fa, quando feci un provino. Dopo questo provino, ne ho fatto un altro e poi mi hanno confermata per questo programma. Per me, è stata una grande gioia. Ho davvero molto entusiasmo nei confronti di Quelle brave ragazze e di questa opportunità che mi sta dando una grande azienda come la Rai. L’entusiasmo è dato anche dalla grande armonia che ho scoperto di avere con le mie colleghe. C’è una grande libertà di pensiero nella scelta dei contenuti e c’è anche un grande rispetto verso agli autori. C’è molto dialogo con gli autori del programma che stanno svolgendo un grande lavoro.

Quelle brave ragazze vanta quattro conduttrici: Tu, Veronica Maya, Arianna Ciampoli e Mariolina Simone. Come avete costruito la vostra armonia e intesa?

Abbiamo provato insieme pochissime volte. Devo dire che ho trovato una grande intesa, una grande disponibilità e apertura con le altre sin da subito ed è avvenuto tutto in modo naturale. La differenza dei nostri caratteri emerge subito ma questo fa sì che tra di noi si crei una grande armonia.

Cosa pensi di Veronica Maya?

All’inizio la temevo un po’ come professionista, come grande donna di spettacolo e presentatrice. Invece, poi ho scoperto che Veronica è una ragazza meravigliosa, una mamma dolcissima, una donna molto sensibile. Quando c’è da fare caciara, lei partecipa. La prendo spesso in giro all’interno del programma e lei ride sempre. Questa è la cosa più intelligente che una persona può fare:  vivere, sorridere davanti ad una battuta. Veronica è stata una grande scoperta per me.

E cosa pensi di Arianna e Mariolina?

Conoscevo già Arianna ed è una persona rassicurante. Non conoscevo Mariolina ma anche lei è una grande scoperta per me.

Come descriveresti ”Quelle brave ragazze”?

Io scherzo sempre e dico che siamo quelle di ” Sex and city”. Quando arriviamo la mattina fino a quando andiamo via il pomeriggio, c’è un grande divertimento. Se potessero mettere una telecamera nei camerini, verrebbero fuori delle cose divertenti e straordinarie. Parliamo delle cose di cui parlano le donne. Ci raccontiamo, ci confidiamo, ci amalgamiamo tra di noi. Questo è il cuore del programma, è come se stessimo pranzando tra amiche.

Quanto è importante trovare una sintonia nel lavoro con le colleghe?

Credo che sia fondamentale. Se non c’è sintonia e affinità, quando fai un lavoro di squadra, è impossibile lavorare. Noi abbiamo trovato davvero tanta armonia tra di noi. Ci divertiamo dalla mattina fino a quando torniamo a casa e mi fa ridere quando qualcuno pensa che tra di noi non ci sia. Ci siamo fatte tutte un sacco di risate quando abbiamo sentito queste voci!

Adesso cosa ti aspetti dal tuo futuro lavorativo?

Cerco sempre di non fare delle proiezioni. Mi piacerebbe continuare a fare quello che faccio. Amo davvero tanto il mio mestiere. Che sia condurre un talk, fare un film, o fare Striscia la notizia, per me tutto ha lo stesso valore e la stessa grande importanza. Mi auguro di continuare a fare ciò che faccio perchè mi piace fare questo mestiere a prescindere da tutto. Mi sento come un’operaia, quando ho finito, torno a casa, tolgo la maschera e mi catapulto nella vita di tutti i giorni.

Chi è Valeria?

Sono molto pignola nel lavoro, sono una perfezionista. Ma solo perchè ci tengo tantissimo a ciò che faccio. A volte, sono rigida con me stessa. Però sono anche una mamma molto presente, dolce e a fasi alterne sono severa. Tengo molto all’educazione perché l’eduzione e le regole sono fondamentali per i nostri figli. I nostri figli saranno gli uomini e le donne del domani. Io sono stata educata in un certo modo e spero di poter fare almeno un terzo di quello che la mia mamma e il mio papà hanno fatto per me. Sicuramente, sbaglierò anche io ma non per questo devo colpevolizzarmi o trucidarmi. Sono fatta così, sono una donna positiva, entusiasta e anche lunatica! Ne sa qualcosa anche il mio compagno che mi supporta e mi sopporta. Eh, ma anche io sopporto e supporto lui!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi